Informazioni generali

L’impresa funebre Capanni è fiduciaria e referente di Socrem, La Società per la Cremazione di Firenze, un’associazione di promozione sociale senza scopo di lucro, aderente alla Federazione italiana per la cremazione. Grazie a tale ruolo l’impresa funebre Capanni è in grado di occuparsi di tutti gli adempimenti necessari per attivare le pratiche di questo servizio sempre più richiesto. Proprio per la complessa legislazione di questa materia, affinché sia rispettata davvero la volontà del cittadino, è importante che quest’ultimo manifesti in modo esplicito la propria decisione, associandosi alla So.Crem presso la nostra impresa che, a quel punto, si farà garante della volontà dell’associato. La tessera ha un costo iniziale di 30,00 Euro e, ogni anno, viene rinnovata con un costo di 10,00 Euro. Il tesseramento garantisce il servizio da parte della nostra impresa funebre che si occuperà di tutti gli aspetti; l’iscrizione a So.crem, inoltre, permette di avere un funerale a costo calmierato.

Di seguito alcune disposizioni normative relative alla cremazione riferite alle volontà espresse dall’iscritto, le forniamo a titolo informativo, visto che ogni aspetto, logistico e burocratico, sarà espletato dalla nostra impresa funebre.

Per ottenere l’autorizzazione alla cremazione è necessario:

  • iscriversi all’ente morale SO.Crem per rendere valida ai sensi di legge la volontà di essere cremati;
  • nel caso in cui i passaggi appena descritti non siano rispettati, spetta al parente più prossimo del defunto (in ordine coniuge, figli e altri parenti) presentare l’istanza di cremazione all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune in cui è avvenuto il decesso.

Affidamento delle ceneri

Per l’affidamento dell’urna contenente le ceneri è sufficiente che il parente più prossimo al defunto presenti l’apposita domanda firmata al Comune in cui è avvenuto il decesso. L’avente titolo, una volta conclusasi l’iter burocratico, si impegnerà ad averne cura e a custodirla presso la propria residenza.

Dispersione delle ceneri

Solo se il defunto ne ha lasciata scritta la volontà, le sue ceneri possono essere disperse. La dispersione può avvenire con cassetta biodegradabile per i dolenti che non desiderano vedere le ceneri, oppure con cassetta in zinco da riconsegnare obbligatoriamente al cimitero di riferimento insieme al verbale che attesta l’avvenuta dispersione entro 5 giorni dall’operazione.

La dispersione è regolata dalle seguenti disposizioni:

  • per la dispersione in mare è obbligatorio avvisare la Capitaneria di Porto;
  • deve svolgersi ad una distanza dalla costa compresa tra i 500 e i 1000 mt, non in area portuale, e l’imbarcazione utilizzata deve navigare ad almeno 3 nodi di velocità;
  • la dispersione in natura deve essere effettuata lontano dai centri e insediamenti abitativi e autorizzata, in luogo e tempi, dal Comune di destinazione delle ceneri.